fbpx

4 fattori SEO da considerare prima di rimuovere i contenuti del sito Web obsoleti

È facile sbarazzarsi dei contenuti obsoleti del sito web. 

Puoi reindirizzarlo o eliminarlo.

Ma se il post obsoleto del tuo blog porta ancora traffico sul sito Web, vuoi davvero liberartene?

 La decisione potrebbe essere costosa in termini di lead, vendite e profitti, se non controlli alcune metriche chiave prima di decidere.

Non mi piace eliminare o reindirizzare dal punto di vista SEO, potrebbe avere senso come decisione aziendale. Se ritieni che un articolo o un caso di studio sia dannoso a causa di informazioni obsolete o imprecise, potresti dire: “Non è una buona idea avere fatti e dati che non sono utili. Se non lo ritiriamo, potremmo escludere un potenziale cliente che mette in dubbio il nostro valore”.

La realtà è che non ci sono regole ferree. Alcuni esperti di marketing ritengono che i nuovi contenuti siano più importanti e saranno maggiormente ricompensati da Google. Pensano che a Google piacciano i siti Web aggiornati. E alcuni esperti di marketing potrebbero facilmente chiedersi in che modo le vecchie pagine del sito Web soddisfino la costante richiesta di qualità di Google , che è in contrasto con contenuti imprecisi o privi di merito.

È tutto relativo. Idealmente, tutti i tuoi contenuti saranno tempestivi, perspicaci e abbastanza coinvolgenti da fare un’ottima prima impressione o persino convertire i visitatori, che si tratti di una telefonata, una richiesta demo, l’iscrizione a una newsletter o altro.

Prima di eliminare o reindirizzare il contenuto, valuta la tua situazione e considera le azioni che potrebbero proteggere il traffico del tuo sito Web e l’attività che i visitatori portano sulla tua strada.

1. Metti alla prova le tue ipotesi

Come fai a sapere che i vecchi contenuti non sono più utili? Monitora le frequenze di rimbalzo, il tempo trascorso sulla pagina e le conversioni.

Il contenuto del vecchio sito web contribuisce ancora ai tuoi obiettivi? Controlla se le conversioni dalla ricerca naturale sono in aumento o in diminuzione. Forse le iscrizioni alla newsletter sono forti, ma il completamento dei moduli legati a prodotti e servizi è diminuito. È accettabile in base a ciò che stai cercando di ottenere?

Per calcolare il rendimento di una pagina, fai riferimento agli obiettivi di conversione per le pagine che hai impostato in precedenza in Google Analytics. 

2. Analizza le tue classifiche

Il contenuto che stai pensando di eliminare o reindirizzare si posiziona bene nella ricerca? Ha bloccato alcune frasi altamente competitive? Qual è il tuo livello di comfort nel perdere visibilità sui motori di ricerca per quei termini, se rimuovi il vecchio contenuto o se il contenuto a cui reindirizza non si classifica altrettanto bene?


3. Rivedere Google Search Console

Puoi visualizzare informazioni considerevoli sugli URL delle pagine e sulle query di ricerca. Tieni traccia dei dati sui clic nel tempo, per i contenuti meno recenti e scopri eventuali nuove tendenze. In altre parole, ad un certo punto i clic sono diminuiti drasticamente? Sono aumentati nel tempo? Trascorrere del tempo con URL, clic e parole chiave all’interno di Google Search Console è un ottimo modo per controllare lo stato del tuo sito web da una prospettiva SEO.

4. Esamina il traffico del sito web

Il contenuto ottiene ancora un numero di visitatori paragonabile a quello che aveva una volta? Ti sei adeguato a fattori insoliti che potrebbero aver influito sul traffico del sito web, come gli effetti sul traffico della pandemia?

Ricevi ancora visitatori dai tuoi target geografici? Le località più critiche sono diminuite? Ancora una volta, puoi tracciare il comportamento del visitatore alla ricerca naturale e ad altre fonti. Se hai meno visitatori da una posizione specifica, vale la pena esplorarlo. A volte aiuta a guardare gli indicatori più profondi e non solo gli URL.

Senza contesto, su ciò che hanno fatto i visitatori della ricerca naturale quando sono arrivati ​​su quelle pagine, è difficile valutare se un reindirizzamento influenzerà i risultati a lungo termine.

In altre parole, il traffico non è tutto. Prima di fare mosse che potrebbero avere un impatto sul numero di visitatori, assicurati di capire se i visitatori precedenti della pagina corrispondevano bene ai tuoi contenuti e ai tuoi obiettivi. Se hai considerato i fattori contestuali, avrai una base migliore per valutare l’impatto sul traffico potenziale.

Come affrontare i contenuti obsoleti che si desidera mantenere

Se scegli di mantenere o reindirizzare i tuoi contenuti, puoi adottare alcune misure per renderli più aggiornati.

1. Usalo per puntare a nuovi contenuti

Quando i tuoi contenuti obsoleti superano i tuoi contenuti più recenti, aggiungi una nota dell’editore in alto e indirizza i visitatori al tuo ultimo pezzo sull’argomento. Mantieni il page rank e aiuti a indirizzare i visitatori verso i nuovi contenuti.

2. Richiedi nuovi backlink

Studia il traffico di riferimento alle tue pagine esistenti per valutare i backlink da siti Web, blog, media e altro ancora. Una pagina più vecchia potrebbe funzionare meglio perché è in circolazione da più tempo e ha accumulato un numero considerevole di backlink.

Raggiungi i siti Web di riferimento per chiedere che quei backlink puntino ai tuoi nuovi contenuti. Mentre un calo dei backlink potrebbe avere un impatto sulle classifiche del vecchio articolo, anche il nuovo contenuto dovrebbe ottenere un vantaggio in classifica.

3. Aggiorna il vecchio contenuto

Riscrivi l’introduzione, aggiorna i riferimenti più vecchi (cioè cita uno studio più recente), incorpora un video attuale, fai riferimento ad un’infografica tempestiva, menziona una nuova risorsa, ecc. Spostare alcune delle tue risorse per fare questo passaggio, può essere più utile che creare nuovi contenuti.

 Non consiglio più di impostare siti con una struttura URL data. È difficile creare contenuti a prova di futuro. 

Se hai una struttura di date e scegli di eliminarla, aspettati importanti cambiamenti di traffico mentre Google si occupa di tutti i nuovi reindirizzamenti 301.

4. Non duplicare i contenuti.

Se mantieni la pagina o il post del blog originale, puoi aggiornare il contenuto senza danneggiare in modo significativo il posizionamento nei motori di ricerca. Quando hai migliaia di pagine (o anche centinaia), è improbabile che alcuni pezzi duplicati rovinino le tue classifiche o spingano Google a rimuovere il tuo sito web.

I vecchi contenuti saranno sempre un problema

I vecchi post e pagine di siti Web possono estendere i limiti dei contenuti sempreverdi.

Se si posizionano ancora bene e forniscono lead  e vendite pensa a tenerli in giro un po’ più a lungo. Se reindirizzi il contenuto del sito Web a qualcosa di più attuale, potresti non ottenere le prestazioni che ti aspetti. Allora come colmerai le lacune misurabili con il traffico e le entrate del sito web (conversioni e vendite immediate basate su formule cliente a vita)?

Alla fine della giornata, se mantenere i vecchi contenuti o reindirizzarli, è un giudizio che coinvolge la reputazione del tuo marchio e le pratiche commerciali, non solo la SEO.

I vecchi contenuti possono fare la differenza. Fai il punto sui dati e abbellisci le pagine e i post fino a quando non dirai addio.

Author avatar
Mario
https://habgen.it

Posta un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza.